VEN 10 NOV ore 20:30 – DiDstudio

Francesca Foscarini [IT]

VOCAZIONE ALL’ASIMMETRIA

foscarini 2
foscarini 3

Dice Emmanuel Lèvinas che nel semplice incontro di un uomo con l’Altro si gioca l’essenziale: nell’epifania del Volto dell’altro scopro che il mondo è mio nella misura in cui posso condividerlo con l’Altro. Da questa impossibilità di sottrarsi all’Altro, che il filosofo lituano chiama “asimmetria”, prende origine il nuovo lavoro di Francesca Foscarini, in scena con Andrea Costanzo Martini. Vocazione all’asimmetria si rivela cautamente, in un alternarsi di assoli e momenti insieme, di tempi per mostrarsi e di tempi per incontrarsi, di scoperta di quello che divide e di ricerca di quello che unisce. I due danzatori accompagnano lo spettatore in una visione partecipata di una continua trasformazione di identità e di ruoli che si manifesta in quel tempo dell’accadere che è il presente.

 

***
nella stessa serata:

ore 19:00 ONE ONE ONE Ioannis Mandafounis [CH] – Fabbrica del Vapore
ore 21:30 WHAT HAPPENED IN TORINO Andrea Costanzo Martini [IT] – DiDstudio

progetto di Francesca Foscarini creato e interpretato da Francesca Foscarini e Andrea Costanzo Martini disegno luci e tecnica Luca Serafini  musiche originali Andrea Cera  accompagnamento alla ricerca Chiara Bortoli
produzione VAN  coproduzione 3 Bis F Lieu d’Arts Contemporains Aix En Provance (FR), CSC di Bassano del Grappa (IT), Fondazione Fabbrica Europa per le arti contemporanee (IT), La Briqueterie (FR), Les Brigittines (BE), MASDANZA & Sala Insular de Teatro-Cabildo de Gran Canaria (ES), Uovo e Next Laboratorio per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo lombardo – Edizione 2015 (IT), Tanzhaus Zürich (CH), TripSpace Projects London (UK) con il sostegno di Istituto Italiano di Cultura di Madrid e di Londra, Yasmeen Godder Studio Jaffa Tel-Aviv (IL), MiBACT

Durata 35 minuti

acquistaok

Francesca Foscarini coreografa indipendente e danzatrice molto versatile. Il suo percorso formativo è segnato dall’incontro con maestri molto importanti della scena nazionale e internazionale con i quali ha modo di approfondire il linguaggio della danza contemporanea e dell’improvvisazione, arricchendo e personalizzando il suo linguaggio espressivo e interpretativo. Inizia la sua esperienza professionale con Aldes di Roberto Castello (2000-2003), nelle creazioni Biosculture e Il migliore dei mondi possibili, Premio Ubu 2003. Significativi per la sua formazione di danzatrice, sono stati i progetti promossi da Opera Estate Festival_Bassano del Grappa (I), nell’ambito dei quali studia con: Emio Greco/Accademia Mobile (NL), Yasmeen Godder e Iris Erez (IL), Carlotta Sagna (F), Nigel Charnock (UK), Gitta Wigro (UK), Lucy Cash (UK), Robert Clark (UK), Simona Bertozzi (I), Sharon Fridman (IL), Ronit Ziv (IL), Elisabeth Lea (AUS/UK), Sara Wiktorowicz (NL), Rachel Prische (UK).  Vince nel 2013 il Premio Equilibrio per l’interprete. Questo premio le permette di farsi affiancare da Yasmeen Godder per la creazione di un nuovo solo, Gut Gift. Del 2011 anche Spic & Span, creazione realizzata insieme a Marco D’Agostin e Giorgia Nardin, vincitore della Segnalazione Speciale al Premio Scenario 2011. Nel 2009 firma la prima coreografia Kalsh, finalista al concorso GD’A Veneto (Giovane danza d’autore), selezionato dalla Rete Anticorpi XL.
Attualmente in veste di interprete e coreografa sta collaborando con Sara Wiktorowicz alla nuova creazione Once Upon a Time. Continua la sua collaborazione con Ullallà Teatro Animazione, con Alessandro Sciarroni nella produzione Folk-s, con Marco D’Agostin in Per non svegliare i draghi addormentati, Premio Prospettiva Danza 2011. Dal 2003 al 2011, insieme a Barbara Todesco è direttrice artistica del Centro Formazione Danza di Romano d’Ezzelino (VI). Nel 2013 insieme ai coreografi Marco D’Agostin e Giorgia Nardin dà vita dell’Associazione Culturale Van.

www.francescafoscarini.it

Precedente Successivo