danae 2017

 GUERRILLA2

Un progetto nato da una collaborazione tra Danae Festival, Triennale Teatro dell’Arte e ZONA K


“Una delle compagnie di teatro più emozionanti e provocatorie.”

headstuff.org

Guerrilla si interroga sul futuro delle nuove generazioni, osservando le tensioni che attraversano l’Europa: pensieri incendiari all’interno di una comfort zone.

Per la prima volta a Milano, El Conde de Torrefiel, collettivo spagnolo rivelazione degli ultimi anni, porta in scena Guerrilla, lavoro che si articola in diversi momenti di vita quotidiana: una lezione di Tai Chi, una conferenza e una serata di musica elettronica.
La battaglia a cui allude il titolo non si svolge sul palcoscenico, si è trasferita all’interno della mente. Guerrilla si interroga sul futuro delle nuove generazioni, osservando le tensioni che attraversano l’Europa: pensieri incendiari all’interno di una comfort zone. Se tutto accade in un apparente stato di pace in cui si avverte un sentimento di sicurezza, perché inconsapevolmente nelle nostre teste invochiamo la guerra?
Impulsi repressi, immagini inquietanti che esplodono nelle profondità dell’animo e danno vita a una guerrilla che travolge gli spettatori.
Il progetto è basato sulla collaborazione tra la compagnia e i partecipanti allo spettacolo. La pièce è scritta combinando testi di finzione e interviste a un gruppo di persone che condividono lo stesso presente e lo stesso spazio, in questo caso la città di Milano.

El Conde de Torrefiel è una compagnia fondata a Barcellona nel 2010 da Pablo Gisbert (nato nel 1982 in Spagna) e Tanya Beyeler (nata nel 1980 in Svizzera). Entrambi studiano arte drammatica e filosofia, ma da subito si interessano anche alla musica e alla danza contemporanea. Nel 2010 presentano La historia del rey vencido por el aburrimiento, a cui seguono Observen cómo el cansancio derrota al pensamiento (2011), Escenas para una conversación después del visionado de una película de Michael Haneke (2012), La chica de la agencia de viajes nos dijo que había piscina en el apartamento (2013), La posibilidad que desaparece frente al paisaje (2015) e Guerrilla (2015). Il loro lavoro si basa su un’estetica che unisce teatro, coreografia, letteratura e arti visive. Il punto di partenza degli spettacoli della compagnia si trova in un’analisi del presente e delle possibilità della società attuale. I progetti di El Conde de Torrefiel sono stati presentati nei maggiori festival d’Europa, tra cui il Kunstenfestivaldesarts di Bruxelles, il Festival d’Automne di Parigi, lo steirischer herbst di Graz e il Dublin Theater Festival, ma anche in Cile, Messico, Venezuela, Ecuador, Paraguay e Brasile.


Con il patrocinio di Oficina Cultural Embajada de España en Roma e Instituto Cervantes.

ideazione: El Conde de Torrefiel
regia e drammaturgia: Tanya Beyeler, Pablo Gisbert
testo: Pablo Gisbert, in collaborazione con gli 80 volontari di Milano
assistente: Nicolas Chevallier
disegno luci: Ana Rovira
scenografia: Blanca Añón
suono: Adolfo García
stage manager: Isaac Torres
assistenza alla coreografia: Amaranta Velarde
musica: Pink Elephant on Parade, Salacot
performer: Amaranta Velarde e gli 80 volontari di Milano
coproduzione: Kunstenfestivaldesarts, steirischer herbst Festival, Noorderzon Festival
con il sostegno di: progetto europeo NXTSTP e il supporto di Graner, Centre de creació Barcelona, ICEC – Generalitat de Catalunya, INAEM, Ministerio de Cultura de España, Institut Ramón Llull
foto: © Titanne Bregentzer

biglietti su vivaticket
PREZZI SPECIALI per gli iscritti alla newsletter di TEATRO DELLE MOIRE

LEGGI
la recensione di Renato Palazzi su Sole24Ore
ASCOLTA
il servizio di Attilio Scarpellini su Radio Tre

DANAE FESTIVAL prosegue a ottobre… a breve il calendario online!

*

SAVE THE DATE

DANAE FESTIVAL
XIX edizione

prosegue
dal 24 ottobre al 12 novembre
presto online il programma